Casa PC, recupero di edificio residenziale da Nuovostudio
  1. Home
  2. Architettura
  3. Casa PC, un restauro che abbina ferro e vetro

Casa PC, un restauro che abbina ferro e vetro

L'ampliamento e recupero di una residenza a Marina di Ravenna

Nuovostudio Architettura e Territorio | ARP studio

Casa PC, recupero di edificio residenziale da Nuovostudio
Scritto da Redazione The Plan -

Sulla carta, questo progetto si configura come restauro e ampliamento di un edificio esistente. Sulla carta, perché in realtà l'intervento, a cura di Nuovostudio per il progetto architettonico, ARP studio per il progetto degli interni, si configura come un esempio molto particolare di recupero di una preesistenza combinata alla leggerezza di un padiglione tutto ferro e vetro. 

Dal punto di vista puramente compositivo, il disegno prevede infatti due interventi distinti: da una parte il restauro e recupero dell’unità residenziale e dall’altra la realizzazione di un vero e proprio padiglione a giorno inserito nel parco verde in addizione al manufatto esistente.

 

 

Un restauro che abbina ferro e vetro

Il fabbricato è stato recuperato secondo i criteri del restauro, conservandone fedelmente l’immagine sull’esterno e concentrando le modifiche, riguardanti la distribuzione e le partizioni interne, all’interno, mentre l’ampliamento è stato concepito come un’addizione staticamente “autonoma” con struttura in metallo e vetro.

Il tema del padiglione “leggero” permeabile in ferro e vetro è l’asse trainante di tale processo progettuale, che vede nella “sospensione” da terra il giusto atteggiamento per un intervento che si relaziona sia con una preesistenza, sia con un giardino popolato di importanti piante esistenti. Soluzione azzeccata anche per la relazione che così si attiva con il mare, prossimo al manufatto.

 

>>> A proposito di ferro e vetro: guarda questo Hotel a San Genesio, in provincia di Bolzano. Ci sono anche due piscine panoramiche in copertura...

 

 

La distribuzione interna

In materia di destinazioni d’uso il progetto è altrettanto chiaro; se l’immobile oggetto di restauro è pensato per ospitare locali di servizio al piano terra e zona notte al primo piano, il padiglione addizionato ospiterà la nuova zona giorno e il pranzo cucina prediligendo il suo rapporto diretto e visivo con il giardino.

In prossimità del padiglione è stata pensata una piscina, che in perfetta armonia con lo stesso, diventa prolungamento del soggiorno; una volta aperte le vetrate, il giardino e il padiglione diventano una grande salotto a cielo aperto in cui il confine interno/esterno si fa estremamente labile.

Sul tema del verde invece, i progettisti hanno voluto mantenere tutti gli esemplari di prima grandezza, quali i pini e le querce, rimuovendo gli arbusti di scarso valore che in anni di abbandono hanno popolato l'area. Tutto secondo un nuovo disegno del giardino.

 

>>> Ridurre al minimo le demolizioni: guarda questo progetto per la Manifattura Tabacchi di Firenze, la cosiddetta "new factory italiana". Qui il progetto di Q-bic di Luca e Marco Baldini, affiancati dal paesaggista Antonio Perazzi

 

Credits

Location: Marina di Ravenna

Completion: 2021

Architect: Nuovostudio, ARP studio 

Main contractor: Jey.bi Costruzioni Di Bajramovski Safet E C.

Consultants:

Structures: Bruno Piemontese

MEP: Domenico Galassini

Landscape: Paolo Gueltrini LandShapes

Doors and windows frames: Schüco

Potography: © Angelo Ciccolo, courtesy of Nuovostudio

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Tag
#Schueco  #Marina di Ravenna  #Italia  #Ferro  #Vetro  #Abitazione privata  #Europa  #2021  #ARP studio  #Nuovostudio Architettura e Territorio  #Architettura Italiana 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054